Top Menu
shutterstock_203688493-980x480

LE PAURE DEI BAMBINI NON SONO UNA QUESTIONE LOGICA E RAZIONALE, VANNO AFFRONTATE CON STRATEGIE DIVERSE

Cos’è la paura? La paura, innanzitutto, è un’emozione, ma è anche un sistema di difesa che, in casi estremi, salva la vita.
Tutti, grandi e piccoli, prima o poi, provano il sentimento della paura, ma, mentre negli adulti, se non siamo in presenza di particolari patologie, le paure  seguono una logica razionale, nei più piccoli le paure  sono irragionevoli e insensate.
Ma quali sono le paure  dei bambini? Paura del buio, paura dell’acqua, dei mostri, di rimanere soli, dei temporali, del dottore, di alcuni animali e tante altre, addirittura, attendono con gioia l’arrivo di Babbo Natale e la Befana ma li temono.
Questo tipo di paure, in un primo momento, spiazzano noi genitori, in quanto irrazionali.
La nostra tendenza è quella di minimizzare il motivo che scatena la paura.
Ma questo atteggiamento è efficace? Porta risultati?
Quali sono le strategie e i comportamenti da preferire?

Vediamo di fare più chiarezza, con 7 consigli.

1. Paure legittime
2. Paura e autostima
3. Accettare
4. Non deridere
5. Non fare paragoni
6. Parlare
7. Presenza

La paura, abbiamo detto, è un’emozione, di conseguenza fa parte della personalità di ognuno di noi. Le paure  dei bambini sono legittime, i genitori devono accettarle e aiutare il proprio figlio.

Le paure devono essere affrontate e superate, per un sano percorso di crescita e di autostima.
I genitori devono
Accettare le paure  è decisamente l’atteggiamento da tenere, il bambino così non si sente inadeguato.
Mamma e papà dovranno collaborare, dando importanza alla cosa, in questo modo il bambino sa che può contare sul loro aiuto.

Ci sono delle paure  che, a volte, sono proprio incomprensibili. Vi ricordate il film “Mamma ho perso l’aereo”?
Kevin, il bambino protagonista, ha paura della caldaia che si trovava nel seminterrato della casa.
Una simile paura ci fa sorridere, ma non possiamo farlo capire ai nostri figli, dobbiamo rispettare le loro paure.
Evitiamo i paragoni con altri bambini o con fratelli più grandi.
Ogni bambino ha i suoi tempi, non dobbiamo avere fretta che crescano e che diventino adulti.
Le paure  nei bambini, spesso, nascondono delle inaspettate potenzialità.

“Su amore non aver paura, è solo un tuono, aria calda e aria fredda che si scontrano”!
I bambini non sono così razionali come crediamo. Spiegare loro e cercare di essere razionali non serve, è molto più efficace trattare l’argomento con più amore.
Parlare del motivo per il quale si ha paura aiuta molto di più.
Farsi raccontare il perché delle paure aiuta il bambino ad elaborarle, di conseguenza a superarle piano piano.

La presenza dei genitori aiuta maggiormente i figli a superare le paure, presenza che non deve essere solo fisica, ma anche emozionale ed empatica.
Se l’adulto fa lo sforzo di immedesimarsi nel proprio figlio, per comprendere il suo stato d’animo circa una paura, otterrà risultati fin da subito.
I genitori, inoltre, devono stare molto attenti a non trasmettere le loro paure  ai figli, un bambino non è in grado di gestire forti emozioni, le quali potrebbero portare a disagi comportamentali.

Nel prossimo articolo parleremo delle responsabilità. Come possiamo aiutare i figli ad essere più maturi? Vedremo come, ogni età, richieda impegno e responsabilità sia da noi genitori che dai nostri figli.

Un abbraccio a tutti i genitori.
Claudio De Cassan
Autore del libro “Il bosco e le sue avventure”.

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close