Top Menu
02

ANCORA POCHI GIORNI DI VACANZA E POI SI RICOMINCIA
5 CONSIGLI PER PREPARARSI AI PRIMI GIORNI DI SCUOLA
Pronti per la scuola?
L’autunno è ormai alle porte, ancora qualche giorno e la meravigliosa e luccicante estate sarà solo un ricordo.
Non sarà così per tutta l’Italia, spesso ottobre offre al sud ancora belle giornate da passare al mare.

La fine delle vacanze non è omogenea per tutti gli studenti, ma nel giro di una settimana o poco più, tutti dovranno essere in classe e pronti per la scuola.
Ma come vivere gli ultimi giorni di vacanza spensierati?
E se si è in ritardo con i compiti?
Pronti per la scuola!  Ma come?

Queste sono solo un piccolo esempio delle domande che passano nella testa di genitori e figli in questo periodo.
La ripresa delle normali attività è dura per tutti, grandi e piccoli. Trovare dentro di sé le giuste motivazioni può risultare più difficoltoso del previsto.
Può essere utile qualche pratico consiglio per aiutare i nostri figli a gestire la fine delle vacanze ed essere pronti per la scuola:

1. RITORNARE ALLA ROUTINE
2. RELAX MA ….
3. COMPITI DA FINIRE
4. PROGRAMMARE IL PERIODO INVERNALE
5. MOTIVARE

Durante le vacanze gli orari non sono gli stessi che si adottano durante l’anno scolastico, sono spostati in avanti: la sera si va a letto più tardi e la mattina non ci si sveglia troppo presto.
Il consiglio, quindi, per essere pronti per la scuola è ricominciare ad abituarsi agli orari “scolastici”, alzarsi prima la mattina e anticipare l’orario della buona notte.
Questo potrebbe essere fatto almeno una settimana prima dell’inizio della scuola, per iniziare alla grande è molto importante essere riposati e dormire le giuste ore di sonno.

In questo periodo i compiti dovrebbero essere già finiti, se è così, non è molto educativo lasciar abbandonare i nostri figli all’ozio.
Ricordiamoci che bisognerebbe leggere un po’ tutti i giorni, potrebbero dedicare un po’ di tempo a questa utilissima pratica e, dopo, dedicare gran parte della giornata al relax.

In caso i compiti non fossero finiti, non rimane altro che rimediare, imparando però la lezione per il prossimo anno, in modo tale da pianificare, in modo più corretto, la quantità di lavoro da fare già dai primi giorni di vacanza.
L’accumulo di troppi compiti alla fine, in ogni caso, non va vissuto come un dramma, imparare dagli errori e rimediare è sempre una maestra di vita, vorrà dire che, per quest’anno, si è pronti per la scuola con qualche giorno di anticipo.

Non c’è dubbio che la fine delle vacanze venga vissuta con rimpianto e nostalgia dai nostri ragazzi.
Essere pronti per la scuola  non preclude di organizzare il lungo periodo invernale.
Per pianificare intendo discutere con i figli quali siano le loro aspettative verso le normali attività che affronteranno durante il periodo invernale: scuola, sport, giochi, gite sulla neve, l’organizzazione delle varie feste come Halloween, Natale, Carnevale e Pasqua.

Il compito dei genitori è quello di motivare. Questo deve avvenire sottolineando l’importanza della scuola, raccontando anche le proprie esperienze, condividendo quanto difficile fosse allora, anche per noi genitori. Incoraggiamo così i nostri figli, mettendo in risalto le loro qualità e i loro punti di forza, aiutandoli ad essere maggiormente sicuri di sé.
Pronti per la scuola è solo un aspetto di questo momento, in realtà li stiamo aiutando ad essere pronti per la vita.

Nel prossimo articolo parleremo del sonno, dai più piccoli che dormono quasi tutto il giorno ai più grandi che hanno bisogno di dormire il giusto tempo.
Un abbraccio a tutti i genitori.
Claudio De Cassan
Autore del libro “Il bosco e le sue avventure”.

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close